CURRICULUM VITAE

DI

ROBERTO TADEI

  1. Notizie generali
  2. Corso di studi
  3. Carriera
  4. Attività scientifica
  5. Attività didattica
  6. Attività organizzativa
  7. Pubblicazioni


1. NOTIZIE GENERALI

Posizione professionale: Professore Ordinario, inquadrato nel settore scientifico-disciplinare MAT09/Ricerca Operativa.
Indirizzo di lavoro: Dipartimento di Automatica e Informatica, Politecnico di Torino, Corso Duca degli Abruzzi 24, 10129 Torino, tel. 0115647032, fax 0115647099, e-mail: roberto.tadei@polito.it.

Torna all'
inizio.


2. CORSO DI STUDI

Laurea in Matematica conseguita nel 1976 presso l' Università di Torino, con punti 110/110 e Lode.

Torna all'
inizio.


3. CARRIERA

2001-data attuale: Politecnico di Torino, Professore Ordinario, inquadrato nel settore scientifico-disciplinare MAT09/Ricerca Operativa.
1990-2001:
Politecnico di Torino, Professore Associato Confermato, inquadrato nel settore scientifico-disciplinare A04B-Ricerca Operativa.
1987-1990:
Università di Udine, Professore Associato non Confermato in A04B-Ricerca Operativa.
1978-1987:
IRES, Istituto Ricerche Economico-Sociali del Piemonte, Torino, Responsabile del Gruppo di Ricerca sui Trasporti.

Torna all'
inizio.


4. ATTIVITÀ SCIENTIFICA

4.1 Principali argomenti di ricerca

L'attività scientifica è rivolta principalmente a tematiche di ottimizzazione combinatoria, con particolare riferimento ai seguenti argomenti:

  1. Sequencing and Scheduling
    1. Su macchina singola
      1. Total Tardiness
      2. Altro
    2. Su più macchine
      1. Flow Shop
      2. Job Shop
      3. Altro
    3. Multi-objective
  2. Localizzazione ottima e network design
  3. Trasporti ed uso del suolo.

4.2 Breve commento ad alcuni lavori

1. Sequencing and Scheduling

Con riferimento ai problemi di sequencing and scheduling su macchina singola, il principale risultato prodotto dal sottoscritto è un nuovo teorema di partizione e nuovi criteri di dominanza per il problema della Total Tardiness (Emmons, Lawler, Potts and Van Wassenhove, Szwarc), che è noto essere NP-hard. Ciò consente di aumentare significativamente, rispetto ai valori in letteratura, il numero totale di job che possono essere schedulati in modo ottimo. Un altro importante contributo è relativo al problema di Towsend, cioè la schedulazione di job su macchina singola con l'obiettivo di minimizzare una funzione quadratica dei tempi di completamento. Sono state individuate proprietà tra job adiacenti e non adiacenti che consentono la costruzione di un metodo di Branch & Bound estremamente efficiente.

Con riferimento ai problemi di sequencing and scheduling su più macchine, vengono studiati i seguenti problemi Flow Shop: F2|ri|Cmax, F2||sommaCmax, F2|di=d|sommaUi. Sono tutti problemi NP-hard, che vengono risolti all'ottimo per istanze di grandi dimensioni, individuando nuovi lower bound e regole di dominanza e di decomposizione. Vengono anche proposti algoritmi euristici con errori inferiori all'1% rispetto all'ottimo. Viene studiato il problema Job Shop: J||Cmax, per il quale è proposta un'euristica basata su algoritmi genetici. Questo metodo migliora i precedenti risultati ottenuti con algoritmi genetici, è competitivo rispetto ad altre euristiche note in letteratura e viene sovente citato in letteratura.
Fra i contributi applicativi si ricorda il metodo congiunto di pianificazione e schedulazione della produzione in industrie manifatturiere, che ha ottenuto significativi apprezzamenti da parte della Unione Europea, ed il metodo per la schedulazione di tornei sportivi.

Con riferimento ai problemi di sequencing and scheduling multi-objective, il sottoscritto affronta un problema presente nella realtà, ma assente in letteratura, costituito dalla schedulazione di job su macchina singola dove occorre minimizzare congiuntamente la tardiness massima e la tardiness totale. Si è in grado di individuare esattamente tutte le soluzioni Pareto-ottime su istanze di dimensioni significative.

2. Localizzazione ottima e network design

Vengono studiati algoritmi per la localizzazione ottima di servizi, dove la funzione obiettivo è tipicamente non lineare e gli utenti non si rivolgono al servizio più vicino, ma rivolgono le loro preferenze ad un insieme di alternative più vasto. Sono state individuate proprietà teoriche che hanno costituito dei paradigmi per la letteratura del settore. Inoltre, il sottoscritto ha fornito in uno dei suoi primi lavori un modello per l'elasticità della domanda, che è poi diventato un riferimento internazionale.

Con riferimento al network design vengono proposti metodi per l'ottimizzazione topologica di reti di telecomunicazioni con vincoli affidabilistici (survivable network design) e di instradamento (protocollo internet Open Shortest Path First). In particolare, vengono sviluppate metaeuristiche di ricerca locale basate su una rappresentazione compatta del grafo dei cammini minimi vincolati e sulla valutazione incrementale del vicinato.

3. Trasporti ed uso del suolo

Vengono studiate le interrelazioni tra localizzazioni e trasporti e sono costruiti modelli e algoritmi per la mobilità della popolazione, la dinamica degli stock e la formazione dei prezzi. Viene proposto un nuovo metodo di controllo ottimo per la gestione di risorse naturali.
Con riferimento ai trasporti vengono individuati nuovi metodi di assegnazione probabilistica del traffico alla rete e di generazione di matrici O/D.

4.3 Varie

Il sottoscritto partecipa con regolarità ai più importanti convegni internazionali di R.O., presentando sempre dei lavori. Viene spesso incaricato di organizzare stream e sessioni ad invito.

E' referee di riviste internazionali del settore ed ha recensito sulle stesse volumi di R.O.

Torna all'
inizio.


5. ATTIVITÀ DIDATTICA

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Programmazione Lineare e Allocazione di Risorse
(5 crediti, 1999/00, 2000/2001, 2001/2002, 2002/2003).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Flusso su Reti ed Elementi di Programmazione Intera
(5 crediti, 1999/00, 2000/2001, 2001/2002, 2002/2003).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Metodi di Ottimizzazione Combinatoria
(5 crediti, 1999/00, 2000/2001, 2001/2002).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Localizzazione, Scheduling e Programmazione Non Lineare
(5 crediti, 1999/00, 2000/2001, 2001/2002, 2002/2003).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Matematica per le Scienze dell'Ingegneria
Programmazione Lineare
(5 crediti, 2001/2002, 2002/2003, 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Programmazione Matematica
(5 crediti, 2002/2003, 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006, 2006/2007).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Pianificazione della Produzione
(5 crediti, 2002/2003, 2003/2004).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Matematica
Ottimizzazione di Reti
(5 crediti, 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006, 2006/2007).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni
Ricerca Operativa e Ottimizzazione
(5 crediti, 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Pianificazione dei Processi Industriali
(5 crediti, 2003/2004).

Politecnico di Torino - Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica e Ingegneria Matematica
Ottimizzazione Combinatoria
(5 crediti, 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006, 2006/2007).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Ricerca Operativa
(corso annuale, 1990/91, 1991/92, 1992/93, 1993/94, 1994/95, 1995/96, 1996/97, 1997/98, 1998/99).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Ingegneria Informatica
Ottimizzazione
(corso annuale, 1996/97, 1997/98, 1998/99).

Politecnico di Torino, Sede di Vercelli - Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica
Ricerca Operativa
(corso annuale, 1994/95, 1995/96, 1996/97, 1997/98, 1998/99, 1999/2000, 2000/01, 2002/03, 2004/05).

Politecnico di Torino - Diploma Universitario a Distanza in Ingegneria Informatica, Polo di Torino
Ricerca Operativa
(corso semestrale, 1995/96, 1996/97, 1997/98, 1998/99, 1999/2000).

Politecnico di Torino - Diploma Universitario a Distanza in Ingegneria Informatica, Polo di Alessandria
Ricerca Operativa
(corso semestrale, 1995/96, 1996/97, 1997/98, 1998/99, 1999/2000).

Politecnico di Torino - Diploma Universitario a Distanza in Ingegneria Logistica e della Produzione, Polo di Torino
Ricerca Operativa
(corso semestrale, 1998/99, 1999/2000, 2000/01, 2001/02, 2002/03).

Politecnico di Torino - Diploma Universitario a Distanza in Ingegneria Logistica e della Produzione, Polo di Torino
Matematica III
(corso semestrale, 1998/99, 1999/2000, 2000/01, 2001/02, 2002/03).

Politecnico di Torino - Corsi di Laurea in Ingegneria Informatica, Elettronica e delle Telecomunicazioni
Teoria dei Sistemi (Discreti)
(corso annuale, 1993/94-1994/95-1995/96).

Politecnico di Torino, Sede di Ivrea - Diploma in Ingegneria Informatica
Ricerca Operativa
(corso semestrale, 1994/95-1995/96).

Politecnico di Torino - Scuola Diretta a Fini Speciali per Esperti della Produzione Industriale, poi
trasformata in Diploma Universitario Europeo in Produzione Industriale
Metodi Quantitativi
(corso annuale, 1990/91).

Politecnico di Torino-COREP - Master in "Informatica e Automatica"
Metodi di ottimizzazione per l'automazione industriale
(corso annuale, 1991/92).

Università di Udine - Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale
Ricerca Operativa
(corso annuale, 1987/88-1988/89-1989/90).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Architettura
Pianificazione Territoriale Urbanistica (professore a contratto)
(corso annuale, 1981/82, 1982/83, 1983/84).

Politecnico di Torino - Corso di Laurea in Architettura
Pianificazione Territoriale Urbanistica (coadiutore alle esercitazioni)
(corso annuale, 1976/77, 1977/78, 1978/79, 1979/80).

Torna all'
inizio.


6. ATTIVITÀ ORGANIZZATIVA

6.1 Attività presso la propria sede attuale

Si impegna sin da subito affinché si consolidi e si amplii il ristretto nucleo di Ricerca Operativa presso il Politecnico di Torino e si accendano nuovi insegnamenti di R.O.

Ha investito nella formazione di giovani, che hanno poi vinto concorsi da ricercatore e borse di dottorato di ricerca e che stanno già portando contributi significativi alla nostra disciplina con pubblicazioni di livello internazionale. Un ulteriore passo verso il consolidamento del gruppo di R.O. si è realizzato mediante la vincita di un posto di professore di II fascia da parte di un ricercatore del gruppo stesso.

E' membro di:
- Giunta di Dipartimento
- Collegio Docenti Dottorato di Ricerca
- Commissioni di Dipartimento
- Commissioni di Facoltà.

E' direttore dall'a.a. 2000/01 del Master Universitario di II livello del Politecnico di Torino in "Trasporti e Logistica: Sistemi, Reti e Infomobilità".

6.2 Attività in ambito nazionale ed internazionale di R.O.

Nel 1997 l'EURO ha proposto al sottoscritto di organizzare il XV Euro Summer Institute ( ESI XV) su Production Scheduling - Deterministic, Stochastic and Fuzzy Approaches, tenutosi a St. Vincent (AO). A questa Scuola hanno partecipato giovani ricercatori europei e tra i più importanti studiosi del settore a livello internazionale. Una Feature Issue EJOR contenente una selezione dei lavori presentati alla Scuola è stata recentemente curata dal sottoscritto ed è in corso di stampa.

Nel 1996 il gruppo di ricerca del Politecnico di Torino, coordinato dal sottoscritto, vince il secondo premio al concorso internazionale FARO, promosso dalle Ferrovie dello Stato e relativo alla risoluzione di un complesso problema di rostering.

Dal 1991 è responsabile di unità di ricerca per progetti MURST 40%, ex-40% e progetti coordinati MURST di rilevante interesse nazionale.

Dal 1990 coordina e partecipa a progetti di ricerca promossi dalla Unione Europea (Esprit, Brite-Euram).

Dal 1987 è membro del CIRO-Centro Interuniversitario di Ricerca Operativa. Ha sempre partecipato con regolarità agli incontri ed alle attività promosse dal Centro stesso e nel 1998 è stato nominato membro della commissione per la revisione dello statuto del CIRO.

Nel periodo 1984-1992 coordina unità operative del Progetto Finalizzato Trasporti del CNR, PFT1 e PFT2.

Dal 1982 al 1990 è membro della Segreteria Tecnica del Programma di Istruzione Permanente dello IASI-CNR "Tecniche e Modelli per la Programmazione Regionale" (noto come "Corsi di Capri", ai quali partecipa regolarmente come docente).

Dal 1977 è socio dell' AIRO-Associazione Italiana di Ricerca Operativa. Da allora ha ricoperto vari incarichi come membro del Consiglio Direttivo e del Comitato Scientifico, coordinatore e rappresentante di Sezione Territoriale e, dal 1996 al 2001, come direttore responsabile di AIROnews. Dal 2001 al 2006 Presidente dell'AIRO. Dal 2004 al 2006 Presidente della FIMA - Federazione Italiana di Matematica Applicata.

Ha collaborato all'organizzazione dei seguenti due convegni nazionali AIRO (denominati "Giornate di Lavoro AIRO"): Torino 1981 e Udine 1989.

Ha organizzato le Giornate di Lavoro AIRO di St. Vincent 1997 ed i convegni AIROWinter 2003 e AIROWinter 2004.

Ha organizzato la I FIMA International Conference "Models and Methods for Human Genomics", Champoluc (AO), January 2006.

Ha proposto e realizzato specifici progetti AIRO volti alla diffusione ed al rafforzamento della R.O. nel mondo delle imprese e della scuola. In particolare, ha curato il progetto "La R.O. per i Giovani delle Scuole Medie Superiori", che ha visto il coinvolgimento dell'Università di Udine, dell'Università di Trieste, del Politecnico di Torino, dell'IRRSAE Friuli-Venezia Giulia, dell'IRRSAE Piemonte e di numerose scuole e insegnanti delle due regioni.

Torna all'
inizio.


7. PUBBLICAZIONI

E' autore di circa 130 lavori su riviste internazionali, atti di convegni e monografie.

Ultimi 5 anni

Elenco completo


Torna all'inizio.